Pastiera napoletana

Pastiera Napoletana

La ricetta della Pastiera Napoletana è una ricetta tradizionale tipica della Pasqua. Esistono tante ricette di questo dolce e ad ogni variante è legato un gusto particolare e inconfondibile. Ma solo seguendo la ricetta originale potete ottenere un dolce divino dove tutti gli aromi si uniscono a creare un vero e autentico paradiso in terra. Se poi avete a disposizione il Bimby basterà seguire la ricetta della Pastiera Napoletana Bimby.

La Pastiera l’ho sempre preparata con mia mamma sin da bambina, quando l’aiutavo a tagliare le strisce da posizionare sopra e ancora adesso quando la preparo mi tornano alla mente tanti dolcissimi ricordi… Sarà per questo che nel prepararla ci metto sempre il cuore stando attenta a non alterare il gusto eccedendo con qualche aroma.

L’errore più comune infatti sta proprio nell’eccedere con i fiori di arancio. Quante volte ospiti da amici avete dovuto buttar giù interi bouquet e far finta di nulla? Quindi l’unico consiglio che voglio darvi al fine di ottenere una Pastiera semplicemente perfetta è di seguire tutte le istruzioni alla lettera. Non potrete sbagliare!

Tempi ricetta
  • Tempo di preparazione 30 min
  • Tempo di cottura 1 ora
  • Tempo totale 1 ora e 30 min
Ingredienti per una Pastiera del diametro di 24 cm
  • Per la pasta frolla:
    • 400 g di farina 00
    • 160 g di zucchero
    • 160 g di burro
    • 2 uova intere
    • scorza di mezzo limone
  • Per il ripieno:
    • 360 g di grano cotto
    • 90 ml di latte
    • 25 g di burro
    • scorza di mezzo limone
    • 400 g di ricotta di mucca
    • 220 g di zucchero
    • 4 uova intere e 1 tuorlo
    • 1 bustina di cannella in polvere
    • 1 fialetta di essenza di fiori d’arancio (oppure 2 ml)
    • 1 bustina di vanillina
    • 20 g di cedro candito
    • 20 g di arancia candita

Ricetta Pastiera Napoletana

Preparazione

Iniziate preparando la pasta frolla che costituirà l’involucro della pastiera. Ponete in una ciotola la farina e il burro tagliato a tocchetti (1) e amalgamateli con la punta delle dita fino ad ottenere una miscela simile alla sabbia (2). Aggiungete alla miscela ottenuta lo zucchero, la buccia grattugiata di mezzo limone e le uova (3). Impastate il tutto fino ad ottenere una palla soda e compatta (4). Avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare per un’ora in frigo.

Mentre la frolla riposa passate alla preparazione del ripieno. Versate il grano cotto in un pentolino e aggiungete il latte (5), la scorza di mezzo limone e il burro (6). Fate cuocere per 10 minuti a fiamma bassa mescolando di tanto in tanto. Quando la crema si sarà rappresa (7) spegnete la fiamma e lasciatela raffreddare completamente.

Nel frattempo ponete la ricotta e lo zucchero in una ciotola (8) ed amalgamateli fino ad ottenere una crema omogenea (9). In un’altra ciotola ponete 4 uova intere, 1 tuorlo, la cannella in polvere, l’essenza di fiori d’arancio e la vanillina (10). Sbattete il tutto con una forchetta fino ad ottenere un composto omogeneo (11).

Quando la crema a base di grano cotto si sarà raffreddata completamente eliminate la buccia di limone ed unitela al composto di uova (12). Aggiungete quindi la crema a base di ricotta e zucchero, il cedro candito grattugiato, l’arancia candita grattugiata (13) e mescolate con una forchetta fino ad amalgamare per bene il tutto (14). Il ripieno a questo punto è pronto.

Passate dunque alla composizione della Pastiera. Prelevate la pasta frolla dal frigo e mettetene da parte 1/3 per realizzare successivamente le losanghe di copertura. Stendete la pasta frolla fino ad ottenere una sfoglia alta 4 mm (15) e foderateci una teglia, del diametro di 24 cm, precedentemente imburrata e infarinata.

Rifinite il contorno e versateci all’interno tutto il ripieno (16). Stendete la pasta restante e tagliate da essa, con l’ausilio di un tagliapasta dentellato, 9 losanghe larghe 2 cm circa (17). Coprite la Pastiera Napoletana con le losanghe, incrociandole come si fa per le crostate (18), e infornate a 180 °C per 1 ora. Aspettate che si raffreddi del tutto prima di servirla.

Consigli

Anche se il profumo della Pastiera Napoletana appena sfornata si è diffuso per tutta la casa ed è difficile resistere alla tentazione di addentarla dovete sapere che il momento migliore per mangiarla è il giorno dopo. Quindi se volete servire la Pastiera come dessert alla fine del pranzo di Pasqua sarà meglio prepararla di sabato. Lo so… non vedrete l’ora che arrivi il momento di servire il dolce!

Comments are closed.